Iscriviti alla mailing list

per essere informato su tutte le attività dell'associazione

clicca qui


Vi dico...

usa in forma anonima questo form, oppure indica un recapito, per comunicare con noi



MANUELA E LE ALTRE - donne e persone

Sabato 19 aprile 2008 - ore 19,00
Piazza Sacro Cuore - Pescara

FIACCOLATA IN RICORDO DI MANUELA DI CESARE AD UN ANNO DALLA SCOMPARSA, AFFINCHE' L'OMICIDIO DI MANUELA NON VENGA DIMENTICATO E CHE I RESPONSABILI DEL DELITTO SIANO ASSICURATI ALLA GIUSTIZIA NON SI DIMENTICHINO LE CENTINAIA DI PERSONE TRANSESSUALI ED EX TRANSESSUALI CHE VENGONO OGNI ANNO BARBARAMENTE UCCISE LE PERSONE TRANSESSUALI SIANO RISPETTATE E SIANO SALVAGUARDATI I LORO DIRITTI E LA LORO INCOLUMITA'

Ogni anno vengono uccise nel mondo centinaia di persone transessuali ed ex transessuali.

La morale corrente considera tutto ciò che si dissocia dal modello di genere, di sesso e famiglia come qualcosa di ripugnante e pericoloso.
Così queste persone vengono disprezzate, emarginate e additate come pericoli per la società. La violenza e l'assassinio sono spesso tollerati e perfino giustificati, considerati meno gravi perchè perpetrati verso individui "diversi".
Pregiudizi, emarginazione e moralismo armano indirettamente le mani dei responsabili materiali di questi atroci delitti che, nella maggior parte dei casi, restano impuniti.
Uno Stato civile dovrebbe garantire diritti, sostegno ed incolumità a tutte le persone che, a causa dell'orientamento sessuale o dell'identità di genere, devono intraprendere percorsi lunghi e difficili, spesso lastricati da solitudine, sofferenza e rinunce.
Ancora oggi chi si sottopone ad un percorso di transizione per adeguare il proprio corpo all'identità di genere intimamente percepita è costretto al "suicidio sociale", che quasi sempre si accompagna alla perdita degli affetti, della famiglia, del lavoro, della salute e dei diritti civili.
Vogliamo una legge che punisca severamente qualsiasi episodio di transfobia ed omofobia.
Vogliamo una  Società civile che non escluda le persone a causa del loro orientamento sessuale e dell'identità di genere.

Jonathan - Diritti in movimento