Luglio 2003

Una giornata particolare

Bari, GayPride, 7 giugno 2003. Jonathan era a Bari. Per il primo Gay Pride nazionale a sud di Roma. Questo reportage è un vero racconto.
A Bari, un sabato caldo di giugno. Il vecchio era sul marciapiede, nella calca, col vestito buono. In campagna si diceva di una festa in città, ma non poteva credere ai suoi occhi nel vedere due donne abbracciate, baciarsi sulla bocca e rimanerci per un po'. Le ha fissate a lungo mentre gli sfilava davanti un mucchio di pazzi scatenati e rumorosi.
Il Gay Pride gli si mostrava e lo faceva rimanere con la bocca semiaperta. Ha guardato le ragazze con un sorrisino appena appena accennato su quella faccia secca senza denti. Si è guardato intorno, ha visto che la gente rideva e gettava fiori dalla finestra e batteva le mani e si mischiava.
Stupito, osservava tutte quelle persone in divisa, attente che nessuno si facesse male. Ha fatto le spallucce quando ha visto il culo perfetto e la bocca da sognarci sopra di quella che sembrava proprio una bellissima donna, ma che, ne era sicuro, non era una donna … un bacio glielo avrebbe dato. Poi, quando è passato il carro dei leather (così diceva quello striscione), ha pensato che era più bello lui. Teneva le braccia dietro la schiena e aveva intrecciato le dita per fermarle. Quelle mani erano come la vanga che aveva usato per dissodare la terra del padrone e i suoi nervi tesi e saldi erano come la sua volontà. Nella sua terra di Puglia, bella e fragrante, il vecchio rideva, e puliva con le dita gli occhiali della cassamutua, mentre piano piano gli si confondevano i pensieri del passato e quelli del presente. Guardava il mondo scorrergli davanti e sentiva distintamente urla di gioia, percepiva chiaramente la felicità non repressa, la voglia e il desiderio.
Rispetto! Riscatto! Pace! Amore! ... erano queste le parole che udiva venire dal popolo e tutti erano d'accordo e tutti le ripetevano senza costrizione e tutti battevano le mani e ridevano e intanto scendevano fiori dal cielo, non bombe. Una volta queste parole erano mute e oggi le sente per strada, da un popolo festante che dice a modo suo che amare è semplice.
Il vecchio barese ha pensato che tutto ciò era bello e che stava a posto così. Ha comprato una granita di limone ed è andato via. Il grano è pronto e si deve tagliare. Suo nipote è lì, in mezzo a quella strada colorata e si sta divertendo con i suoi amici e domani sarà con lui a mietere. Va bene così.

Massimo