Dicembre 2003

Amare senza paura
Numeri e Geografie
L'AIDS non finisce qui
Potrei provare a sognare
" ? "
Icone: il fiocco rosso

Numeri e Geografie

Dalle stime ONU OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità): sono 42.000.000 le persone con HIV nel mondo. Si stima che nel 1998 il virus ha infettato 11 persone al minuto.
Sono 5.000.000 le nuove infezioni e oltre 3.100.000 i morti per AIDS nel 2002.
Il 50% delle persone con HIV si infetta dei 25 anni di età e muore prima dei 35. Nel 2000 il 10% delle infezioni riguardava bambini e giovani con meno di 15 anni, che avevano ricevuto il virus direttamente dalla madre. Le nuove infezioni stanno sempre più coinvolgendo i giovani dai 15 ai 24 anni. Dal 1985 al 2000 la percentuale di persone di sesso femminile colpite è passata dal 16% al 24% dei casi.
Il 95% delle persone con HIV vive nei paesi poveri, dove si concentra il 90% delle morti per AIDS. La regione più colpita è l'Africa sub/sahariana, dove nel 2002 sono state contagiate 3.500.000 persone. In Asia, dove il virus si sta diffondendo in India e Cina, si stimano 5.800.000 contagi.
In Europa dell'Est, America Latina e Caraibi, le infezioni sono concentrate tra i gruppi socialmente emarginati. In Nord America e Europa Occidentale, grazie alle nuove terapie, le morti di AIDS si sono significativamente ridotte. Ma il numero delle persone sieropositive è continuamente in crescita.
Il virus Hiv ha ucciso 16.300.000 di adulti e bambini.

Icone: il fiocco rosso

Assomiglia a una piccola A rossa. La A potrebbe essere quella di AIDS, perché quel fiocchetto vi assomiglia. E il rosso quello del sangue. Ma il rosso simboleggia soprattutto altro: la passione, la rabbia, l'amore. E la responsabilità, la voglia di reagire, la solidarietà e la speranza di sconfiggere il virus HIV. Per questo si indossa dalla parte del cuore. È il fiocco rosso, un'icona universale. Lo disegnò nel 1991 Frank C. Moore, un pittore di newyorkese, per Visual Aids, un gruppo di artisti impegnato nella raccolta di fondi a favore dei contagiati dalla malattia. Facile da appuntare, fu subito indossato dall'attore Jeremy Irons a Broadway, durante una premiazione per il Tony Awards (l'Oscar del teatro). Frank C. Moore è stato sconfitto dal virus, che l'ha stroncato nel 2002, ma la sua icona è parla di vita e di speranza.