Skip to content Skip to footer
Jonathan - Ali in volo

A Pescara è nato Jonathan – Diritti in movimento che intende affermare il fondamentale diritto all’emotività di tutti gli esseri umani, in particolare del popolo lgbt+, quel pezzo di società a cui questo diritto basilare è negato.
Jonathan discute, parla, e fa emergere idee e racconti, incontri e poesie, eventi e iniziative. Jonathan promuove cultura, e Pescara si trasforma: è di volta in volta un territorio libero e vivace, una città di mare, di scambi, una città in movimento oppure un ambito stretto dove il diritto all’emotività è limitato, una Pescara provinciale, periferica, di confine.
A Pescara e nella sua area metropolitana molti della comunità lgbt+ trovano luoghi di aggregazione, di riconoscimento e di socializzazione e questo è un fatto importante, un grosso passo avanti perché luoghi e forme d’incontro significano socialità e sviluppo di relazioni necessarie.
Ma per quanti la propria sessualità è ancora qualcosa da non mostrare, di cui vergognarsi? Per quanti esiste una doppia vita, qualcosa che sta al di fuori delle relazioni sociali e, a volte, anche dei rapporti di amicizia?
Jonathan conosce anche questa dimensione e, rispettando le scelte dei singoli, vuole uscirne.
Scopo di Jonathan è di fare in modo che Jonathan scompaia, reso inutile dalla piena applicazione del principio sancito sin dai tempi della Rivoluzione Francese che afferma che

[Dalla Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo e del Cittadino – 1789. Articolo IV]

La comunità lgbt+ conosce per lo più i limiti di quei diritti che si possono definire “intimi”, e che non nuocciono ad alcuno.
Limiti ingiustificabili e quindi inaccettabili; limiti tracciati dal silenzio e dall’invisibilità, che pesano sui nostri corpi.
Jonathan vuole rompere il silenzio e cancellare i confini del diritto all’emotività.
Il cammino di Jonathan comincia dalle sue riunioni settimanali, dalle sue conferenze, dalle sue proiezioni di film a tematica lgbt+, dalle sue feste, dalla sua richiesta del Registro delle Unioni Civili, dai suoi banchetti per la raccolta firme…
Ma Jonathan offre anche sostegno e aiuto per chi si trova in difficoltà, oppure per chi vuole solamente raccontarsi o confrontarsi.
Tutti noi abbiamo affetti e siamo capaci di amare, perciò la nostra sfera emotiva è importantissima. Ma i confini in cui siamo stretti e i limiti che ci legano il corpo ci rendono incapaci di comunicare a chi ci circonda le nostre emozioni più profonde.
Jonathan è un’associazione, è una politica, ma è anche e soprattutto un percorso.
Cose da fare ce ne sono e non sarà facile farle. Ma vale la pena provare, perché un diritto conquistato da una sola persona, è un diritto di tutti. E il mondo ne ha davvero bisogno.

Jonathan – Diritti in movimento è un’Organizzazione di Volontariato senza scopo di lucro e si sostiene esclusivamente con contributi volontari di soci o privati. Richieste di finanziamento agli enti pubblici o privati vengono effettuati solo per coprire le spese di determinati progetti di prevenzione, informazione o formazione.
Le donazioni sono deducibili o detraibili ai sensi dell’Art.83, Comma 1 del Decreto Legislativo 3 luglio 2017, n. 117.
Associarsi al Jonathan non ha alcun costo e nessuna attività è obbligatoria per i soci.

Donazione

Dona con Paypal per sostenere la nostra associazione e raggiungere un obiettivo comune.
Informazioni Personali

Totale Donazione: €5

La nostra associazione è qui per aiutarti, ascoltarti o avere suggerimenti per iniziative, festival, manifestazioni! Riempi il form di contatto spiegandoci di cosa hai bisogno, ti ricontatteremo il prima possibile!